18 Aprile 2021

Lotta al Bullismo

Vivere da adolescenti non è mai stato facile; è un’età di transizione, un passaggio obbligato che dà il via a un lungo e complesso processo trasformativo che avrà come esito finale la formazione di un nuovo individuo. Il percorso che si presenta è impegnativo e faticoso perché coinvolge tutte le parti della persona. Spesso nell’affrontarlo ci si sente soli e spaventati, senza nessuno a rassicurarci al nostro fianco, che ce la faremo, che in ogni caso ne usciremo vittoriosi, oppure al contrario si mostra la sicurezza e la spavalderia di un adulto, a volte traccia di un’aggressività subita o appresa per risolvere i problemi della quotidianità.

Di certo il binomio problemi-emozioni è uno dei maggiormente presenti in questa fase di vita. I primi perché non mancano mai e le seconde perché molto spesso non sappiamo riconoscerle né tantomeno gestirle. Non tutti infatti sono in grado di intervenire nelle proprie situazioni problematiche, trasformando queste in occasioni di crescita, lavorando su di sé, sul proprio mondo interiore per divenirne sempre più consapevoli e padroni, ma al contrario i problemi possono diventare un blocco alla realizzazione personale dove anche il giudizio degli altri, è un incastro da cui difficilmente ci si riesce a liberare.

E’ in questo ambito che si sviluppa il fenomeno negativo del bullismo.

Quando parliamo di bullismo ci si riferisce a comportamenti aggressivi ed oppressivi, violenti e di esclusione, ripetuti nel tempo, ai danni di ragazzi e ragazze ritenute più deboli, più fragili, vulnerabili o semplicemente diversi dal resto del gruppo.

Le sopraffazioni e le prepotenze che alcuni mettono in atto testimoniano come l’aggressività di queste persone non sia né riconosciuta né tantomeno oggetto di un lavoro personale, divenendo invece un danno per gli altri.

Il primo passo da compiere dunque è sempre il riconoscimento di una situazione; sia che siamo le vittime o i persecutori.  In una storia di bullismo non c’è mai un vincitore e neppure un vinto; c’è solo un soggetto debole che se la prende con un altro ancora più debole e approfitta dell’analfabetismo emotivo dell’ambiente in cui entrambi vivono per stabilire un potere fatto di degradazione, umiliazione, solitudine ed omertà.

La nostra scuola, coerente con la sua funzione educativa dice No a questo tipo di sopraffazioni ed apre un’alleanza, centrata sulla cultura del rispetto della diversità e sulla consapevolezza della propria intelligenza emotiva, con quanti vivono nel silenzio e forse nella vergogna, qualsiasi tipo di umiliazione ed offesa. Come insegnanti ed educatori non possiamo non esserci, non possiamo chiudere gli occhi e far finta di niente ma al contrario vogliamo entrare nel problema, farcene carico e trovare insieme ai nostri studenti gli strumenti giusti per promuovere una cultura dell’attenzione e della prevenzione, perché a scuola tutti debbono poter stare bene, ognuno nella propria unicità.

AREA PER LA SEGNALAZIONE DI FENOMENI DI BULLISMO E CYBERBULLISMO

AREA DOCUMENTI DI ISTITUTO

APPROFONDIMENTO SULLA PRASSI DI RIFERIMENTO  UNI/PdR 42:2018

APPROFONDIMENTO LEGISLATIVO E GIURIDICO

AREA APPROFONDIMENTI DAL WEB

Istituto di Istruzione Superiore Savoia Benincasa C.M.: ANIS01200G C.F.: 93122280428 Codice Univoco Ufficio: UF434M

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.