Articoli correlati

4 Comments

  1. 1

    giorgia.lucidi

    A mio parere questo articolo è molto bello e emozionante e io ho scelto di leggerlo, perché lo ha scritto una mia compagna di classe, nonché una mia cara amica. Ho apprezzato particolarmente il modo in cui lo ha strutturato: partendo dalla storia del basket, passando poi alla sua esperienza personale e descrivendo ciò che per lei è, per poi collegarsi infine alla situazione attuale. Sinceramente, devo dire che in questo testo mi ci ritrovo molto perché anche io porto con me una passione così grande sin da giovanissima età. Sto parlando della danza, l’ho iniziata a 3 anni e tutt’ora la continuo; nonostante questa meravigliosa arte non si possa comparare dal punto di vista tecnico con il basket, perché totalmente diversa, mi ritrovo pienamente in quello che Linda pensa e prova. Anche io come lei non riuscirei mai a smettere perché per me ormai fa parte della mia vita e se solo provassi a pensare che, dopo scuola, devo stare tutto il pomeriggio a casa a studiare o a non fare nulla, mi prendrebbe male davvero!-(((
    La danza per me è libertà di espressione, è uno sfogo personale, un’arte incredibile in grado di raccontare, e non mi dilungo perché si potrebbe aprire un capitolo enorme… Come la mia compagna cestista ho fatto tantissimi sacrifici per poterla praticare, ma non me ne pento, anche se questa quarantena per il COVID, fermando tutto, sta rischiando di farmi perdere tutto il lavoro fatto fino adesso…
    Come dice Linda, restiamo a casa che è meglio, almeno torneremo prima alle nostre originarie abitudini!

  2. 2

    sara.ciriaci

    Non sono un’esperta del basket ma conosco bene chi ha scritto l’articolo e la sua forte passione per questo sport, perciò vorrei commentare di seguito.
    Sono contenta che Linda non si sia fatta mai scoraggiare da nessuno durante il suo percorso, nonostante le prese in giro e sollecitazioni da parte di molte persona a farle mollare questo sport.
    Una cosa che apprezzo di lei e che ammiro è la determinazione a raggiungere livelli molto alti e proprio grazie ad essa, pian piano ci sta riuscendo!
    Credo che Linda possa essere un esempio per tutti coloro che amano uno sport ma che forse si lasciano influenzare dal pensiero altrui, poiché sono 10 anni che lei fa questo sport, 10 anni di passione, 10 anni di volontà e sicuramente ce ne saranno tanti altri di gioia, durante i quali lei ha incontrato e incontrerà molti ostacoli che cercheranno di impedirle di continuare a fare basket, ma nonostante ciò lei riuscirà sempre ad avere la meglio! Perciò quello che posso dire è che se una cosa si vuole veramente, non ci si deve far influenzare da altri, ma bisogna essere determinati nel raggiungere il proprio obiettivo.

  3. 3

    chiara

    Mi sento quasi in dovere di commentare questo articolo, non solo perché gioco in squadra con Linda da quando siamo bambine, ma anche perché la pallacanestro è il mio sport attuale.
    Onestamente non mi sento “attaccata” a questo sport come Linda, questo lo ammetto… Però lo pratico da parecchi anni, da quando faccio la seconda elementare, e devo dire che mi è sempre piaciuto.
    Negli ultimi tempi ho avuto dei ripensamenti, ho persino pensato di cambiare sport, ma riflettendoci (l’intera estate) non riuscivo proprio a vederla la mia vita senza la pallacanestro.
    Grazie al cielo ho conosciuto il mio nuovo allenatore, che mi ha fatto completamente cambiare prospettiva, e mi ha fatto riacquisire tutta la fiducia in me stessa che avevo perso, ed è a lui che mando un grazie enorme!
    La pallacanestro non è solo uno sport, è un qualcosa che ti entra dentro: anche se a volte non hai voglia di giocare, di allenarti, hai persino paura ad entrare in campo, quando senti il fischio di inizio partita, è lì che scompare tutto, rimane solo l’adrenalina, la forza e la volontà di portare avanti quel pallone e voler vincere!
    Questo sport non mi ha arricchito tanto quanto le persone con le quali lo pratico, molte le conosco da una vita, sono la mia famiglia e non riuscirei a starne senza, altre le ho conosciute quest’anno, e devo dire che mi sono sorpresa di quanto persone, alle quali non avevo dato nemmeno un pò di fiducia, siano diventate mie amiche!
    Il mio consiglio è a tutti coloro che vogliono lasciare il loro sport, magari perché non si sentono più in grado di farlo, perché non si sentono bravi o non sono in buoni rapporti con i propri allenatori, quello che voglio dire è di non mollare mai, perché se qualcosa è entrato a far parte di te, non se ne andrà mai!

  4. 4

    Eva Mordenti

    NDR: da insegnanti di italiano e histoire si sta dietro quinte “non sempre simpatiche” e sicuramente non capita così spesso di essere “menzionate meritoriamente” per un compito assegnato a casa o per un lavoro scolastico da… delle società sportive!? Per questo ho deciso di scendere anche io sul parquet e dire la mia per una volta! Questo articolo è stato citato nel sito Basket Girls di Ancona, la piattaforma informativa della Società per cui gioca la giovane autrice, la nostra Linda Carlini, 3B ESABAC:
    http://www.basketgirlsancona.it/3068-2/
    Da lì c’è chi l’ha letto e “notato”… fino a finire sulle pagine della piattaforma nazionale della Federazione Italiana della Pallacanestro
    http://www.fip.it/minibasket/DocumentoDett.asp?IDDocumento=120756
    E che cos’è questa se non la prova concreta che, oltre a essere una brava cestista, questa ragazza è “una promessa” del giornalismo studentesco?
    Sì perché vi rivelo un trucchetto: a Linda NON ERA STATO ASSEGNATO NESSUN “TEMA DA SVOLGERE A CASA”, come dice uno dei due articoli citati, ma in classe virtuale era solo stato lanciato uno spunto, buttato là: “Scrivete due frasi senza impegno, dite insomma la vostra sullo sport in tempo di covid”… Linda non se l’è fatto ripetere 2 volte e, presa la palla al balzo… HA FATTO CANESTRO: BRAVA! CONTINUA COSI’!!!-)))

Lascia un commento

Powered By Savoia Benincasa C.M.: ANIS01200G C.F.: 93122280428

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.