Articoli correlati

2 Comments

  1. 1

    maddalena.mannucci

    Proprio come annunciato dalle autrici dell’articolo nell’introduzione, questa lettura mi ha affascinata. Credo che un’analisi, così profonda e dettagliata su personaggi di questo grande capolavoro letterario, sia quasi necessaria vista la complessità dell’opera. La costante successione di personaggi che tra loro vanno, ritornano, ricompaiono in secondo luogo o vengono solamente menzionati tra le righe, caratterizza la Divina Commedia, un’opera complessa ma straordinaria. Siamo abituati a leggere un’immensità di critica che analizzi quest’opera allegorica e per quanto dettagliata, a volte risulta noiosa e convenzionale. Questo limite però non è presente in questo articolo, visto che tutto è scritto e pensato sotto un punto di vista differente dal solito, cioè quello della demonologia, una dimensione parallela alla realtà che spesso viene accantonata, in virtù di razionalità e altri motivi scientifici. Molti hanno paura di trattare certe tematiche perché non sanno che tipo di informazioni andranno a maneggiare, altri preferiscono non “sbilanciarsi”, restando così all’interno della sfera della realtà, ma ogni tanto -specie per i più curiosi lettori- serve una fresca ventata di cambiamento! Chi l’avrebbe mai detto che, forse, dietro a certe parole o a certi personaggi, si potevano nascondere concetti così contemporanei e attuali?

  2. 2

    Gaia Saracini

    Trovo molto appassionante il personaggio di Dante, autore che si studia il terzo anno: la passione e l’impegno che metteva in tutto ciò che faceva traspare dalle sue opere. Possiamo affermare infatti che è stato un uomo che credeva fortemente nei suoi valori e ha dedicato la sua intera vita, dandone forma nelle sue numerose e straordinarie opere. Un uomo proteso a migliorare la sua città e società, dimostrando un notevole impegno politico e civile. Definito inoltre un uomo INTEGERRIMO, orgoglioso, corretto e determinato. Nonostante stiamo parlando di un personaggio dalla mentalità completamente medievale, molto legato a fede e spiritualità, le sue opere sono colme di messaggi ed insegnamenti molto attuali nella nostra società. Ad esempio, facendo riferimento a questo articolo, la storia di Medusa racchiude in chiave moderna un problema estremamente serio, che ancora nel 2021 sussiste. Tutti i giorni sentiamo storie di donne violentate, picchiate o insultate da quelli che sono i veri “demoni” del mondo. Non possiamo più permetterci di sentire: “vestita così se l’é cercata..” perché non può essere l’abbigliamento di una donna, la causa che spinge l’uomo ad abusare di essa. La colpa non può ricadere sulla donna, è l’uomo che deve essere in grado controllare i suoi istinti. Gli uomini dovrebbero essere rieducati e non le donne, che dovrebbero avere la libertà almeno di vestirsi come vogliono, senza avere paura di ciò che potrebbe accader loro.

Lascia un commento

Powered By Savoia Benincasa C.M.: ANIS01200G C.F.: 93122280428

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.