Articoli correlati

3 Comments

  1. 1

    laura.schiaroli@savoiabenincasa.it

    Articolo molto carino e soprattutto fantastico il progetto di rivisitazione di celebri dipinti della storia dell’arte! Personalmente ho apprezzato particolarmente la prima e l’ultima rivisitazione, perché le ragazze sono state capaci di rielaborare i quadri in chiave moderna, adattandoli alla società d’oggi, alle sue caratteristiche e ai problemi che affrontiamo ogni giorno: come possiamo appunto vedere nella rielaborazione del quadro di Andy Warhol raffigurante Marilyn Monroe, munita di mascherina e nell’ultimo quadro raffigurante la ragazza nella sua camera che si dispera, probabilmente… per il troppo studio in DaD. Apprezzo inoltre l’idea del progetto in sé perché penso che, soprattutto in questo difficile periodo che ha portato alla chiusura di musei, teatri e cinema, l’arte debba essere portata avanti! L’arte e l’uomo, anche se non ce ne accorgiamo, sono sempre stati strettamente connessi tra loro: dall’uomo nasce l’arte e dall’arte nasce l’uomo, per questo l’arte è un bene prezioso che a mio parere dovrebbe essere custodito con saggezza; ma d’altro canto, l’arte è la prima forma di espressione, e finché l’uomo avrà la liberta di poter esprimere il proprio parere, l’arte sarà sempre con lui.

  2. 2

    camilla vecchione

    È sempre molto piacevole leggere articoli che fanno riflettere molto soprattutto a livello umano, capire che tutta questa situazione di quarantena ci ha dato alla testa, arrivando addirittura ad immaginare cose che nemmeno esistono nella realtà, per poi svegliarsi e capire che era tutto uno strano sogno, un incubo se così può essere definito, e che effettivamente la testa a volte gioca proprio brutti scherzi!! Ma come dice la nostra cara Frida Khalo “è proprio nei momenti più difficili che abbiamo la necessità di trovare qualcosa per cui vale la pena andare avanti”. Allora forse in tutta questa situazione avere paura ed insicurezza non è sempre un’esperienza totalmente negativa; nei momenti più difficili è capace di far venire fuori la verità su noi stessi e magari far emergere anche la nostra grinta, il nostro coraggio. Solo quando realizziamo di essere incatenati e rinchiusi “in gabbia” possiamo apprezzare veramente quello che ci circonda e riflettere profondamente su noi stessi e a come siamo cambiati. Mi piace inoltre il fatto di come le ragazze siano riuscite a rivisitare quadri celebri in chiave moderna, adattandoli un po’ alla nostra società ormai “digitalizzata”. In particolar modo mi attira il quadro della donna immersa nell’acqua e circondata da muschio e fiori, perché mi trasmette in un certo senso una sensazione di pace e tranquillità, e tutti, specialmente in quest’ “inferno”, ne hanno veramente bisogno.

  3. 3

    miriam sola

    Nel leggere questo articolo si ha la stessa impressione di quando si ammirano i quadri e le opere di Dalí: un surrealismo che inquieta e che affascina allo stesso tempo. Citando un altro artista abile nel rappresentare soggetti distorti e ambigui è Picasso e credo che un aneddoto legato ad uno dei suoi quadri si avvicini molto alla fonte di ispirazione che ha spinto alla stesura di questo articolo: l’ambasciatore nazista di Francia, attorno agli albori della seconda guerra mondiale, si recò un giorno nella casa di Picasso e vide sul tavolo una foto della celebre opera Guernica e disse “Avete fatto voi questo orrore, Maestro?” e l’artista rispose “No, è opera vostra”. Questo significa che il clima di paura e terrore nel quale si viveva durante la guerra aveva talmente plasmato le menti, da costringere l’artista a rappresentare il disagio e lo sconforto che provava con opere agghiaccianti come Guernica. Noi stiamo vivendo un altro tipo di crisi definibile a tutti gli effetti “una guerra”, e anche questa ha la sua influenza sul nostro ‘equilibrio mentale’, tanto da ispirare articoli enigmatici, tuttavia davvero particolari, come questo proposto.

Lascia un commento

Powered By Savoia Benincasa C.M.: ANIS01200G C.F.: 93122280428

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.